Quanti pannelli fotovoltaici servono per 3 kW

[fa icon="calendar"] 23/08/18 18.00 / da Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Quanti pannelli fotovoltaici servono per 3 kW

Un impianto fotovoltaico da 3kW, detto anche impianto fotovoltaico residenziale, riesce a soddisfare le esigenze energetiche di una famiglia media, producendo l'elettricità necessaria a coprire i carichi domestici durante il giorno. Ma quanti pannelli fotovoltaici servono per 3 kW di energia elettrica? Vediamo insieme quali sono i fattori che influiscono sulla scelta e sulla quantità dei pannelli.

Per produrre 3000 kWh di elettricità con il fotovoltaico servono, in media, 12 pannelli policristallini da 250 watt. Questi moduli sono quelli più diffusi sui tetti delle case, ma non sempre sono i più adatti.

Il tetto ideale per questo tipo di moduli fotovoltaici è orientato a sud, inclinato di 20-30° e abbastanza spazioso per accogliere tranquillamente tutti i pannelli.

Purtroppo, però, questa situazione non è comune a tutti.

Se hai un tetto orientato a Nord è preferibile optare per moduli chiamati CIS, realizzati in rame-indio-selenio, capaci di garantire elevate prestazioni anche in condizioni di scarsa illuminazione. Come appunto nel caso di un tetto con un orientamento non ottimale.

In altri casi può essere più indicato installare dei pannelli fotovoltaici amorfi. Si tratta di moduli realizzati con una variante grezza del silicio cristallino, quindi meno impattanti dal punto di vista ambientale ma altrettanto efficienti.

I pannelli in silicio amorfo sono indicati:

  • Se vivi in una zona soggetta a condizioni climatiche avverse, come la nebbia in Pianura Padana, che limitano la radiazione solare
  • Se hai un tetto di forma strana, curvo o non regolare o con un’esposizione non ottimale
  • Se vivi in una zona vincolata dal punto di vista paesaggistico e hai bisogno di una soluzione che possa integrarsi facilmente sulla copertura, senza intaccare l’armonia estetica del paesaggio circostante. Per approfondire leggi l’articolo sul fotovoltaico in centro storico.

Un altro aspetto da considerare, per calcolare quanti pannelli per 3 kW, è l’ingombro del singolo modulo. Un pannello policristallino standard misura 1,65x0,98 metri, quindi per installarne 12 ti servono circa 20 mq di spazio libero sul tetto.

Se non hai abbastanza spazio o sul tuo tetto sono presenti comignoli, antenne ed altri ostacoli che impediscono la corretta installazione dei pannelli, sarai costretto a scegliere modelli con una potenza maggiore. In questo modo, pur installando meno moduli, potrai coprire il tuo fabbisogno energetico con l’energia prodotta dal fotovoltaico.

Come individuare i pannelli fotovoltaici adatti a casa tua? Scoprilo qui.

Pannelli fotovoltaici e produzione garantita

Torniamo all’esempio classico dei pannelli policristallini. Abbiamo detto che con 12 moduli da 250 watt riesci a produrre circa 3 kW di energia.

250 watt x 12 = 3000 watt = 3 kWp

Quando scegli l’impianto fotovoltaico e i suoi componenti, però, non devi guardare solo alla potenza complessiva, data dalla somma delle potenze dei singoli pannelli (che si misura in kWp). Quello che deve essere ben esplicitato nel preventivo è la produzione annua garantita (in kWh) che l’impianto riesce ad assicurarti.

Questo valore è calcolato sulla base della produzione di ogni singolo pannello alle condizioni standard di orientamento del tetto, inclinazione e temperatura dei pannelli. Ovviamente è direttamente influenzato dal numero di pannelli che installi, ma varia da casa a casa.

Esempio 1

Su un’abitazione di 2 piani in centro a Torino, con tetto inclinato di 20° e orientato a sud, è stato installato un impianto fotovoltaico da 3,24 kWp composto da 12 pannelli policristallini da 270 Wp.

La produzione annua garantita dall’impianto è di 3.803 kWh/anno, quindi pienamente in linea con quanto richiesto dalla famiglia che desiderava un impianto fotovoltaico capace di soddisfare i consumi annui di 3000 kWh.

Per poter godere di un risparmio maggiore in bolletta, alla famiglia è stato consigliato di abbinare ai pannelli anche un sistema di accumulo fotovoltaico.

Esempio 2

A parità di potenza richiesta, un'abitazione sita in provincia di Verona con tetto orientato prevalentemente a ovest e inclinato di 30° ha dovuto installare 14 pannelli policristallini da 270 kWp, per poter coprire il proprio fabbisogno e avere una produzione garantita di 3.667 kWh/anno. 

L’orientamento non ottimale del tetto e la zona climatica hanno portato a dover installare più moduli sul tetto. Con anche solo 2 pannelli in meno, infatti, la famiglia avrebbe rischiato di dover acquistare ancora energia dalla Rete, per soddisfare i carichi domestici.

3 kW sono sufficienti?

Oltre ai fattori tecnici (latitudine, orientamento, inclinazione e spazio sul tetto) anche il numero di dispositivi elettrici presenti in casa e l’utilizzo che ne fa ogni membro della famiglia influisce sulla potenza che deve avere il tuo impianto.

Ecco perché è importante calcolare con esattezza l’energia di cui hai bisogno per non sottodimensionare l’impianto, così da evitare di dover continuare ad acquistare elettricità dal Gestore. Allo stesso tempo, però, anche l’errore contrario può essere rischioso. Acquistare troppi pannelli e non sfruttare tutta l’energia che essi producono è uno spreco, oltre che un investimento particolarmente oneroso.

Leggi anche questo articolo dove spieghiamo come calcolare i kW consumati dai tuoi elettrodomestici. Ti tornerà utile per dimensionare correttamente l’impianto fotovoltaico da installare sul tetto.

 

Vuoi sapere quanti pannelli fotovoltaici servono per soddisfare le tue esigenze energetiche? Prova il configuratore di Wölmann. Ti basta inserire alcuni dati sulla tua abitazione per scoprire l’impianto su misura per te.

Configura il tuo sistema solare in 60 secondi con il Solar configurator di Wölmann

Categoria: Pannelli Fotovoltaici

Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Scritto da Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Ingegnere e progettista di impianti elettrici e fotovoltaici civili ed industriali. A capo dell’ufficio tecnico, assieme al suo staff, è attento all’evoluzione delle fonti rinnovabili e al rispetto per l’ambiente e progetta nuove soluzioni di impianti adatti ad ogni persona e ogni edificio.