[fa icon="plus-square"] IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Che cos’è un impianto fotovoltaico?

L'impianto fotovoltaico è un sistema che sfrutta le radiazioni solari per generare corrente elettrica continua tramite l'effetto fotovoltaico. Trasformata in corrente alternata, tramite un inverter, può essere utilizzata per alimentare gli apparecchi elettrici della nostra casa (lavastoviglie, scaldabagno, forno elettrico, tv, aspirapolvere).
L'impianto fotovoltaico è costituito da piccole celle fotovoltaiche, realizzate in silicio amorfo, mono o policristallino, caratterizzate da piccole strisce argentate sulla superficie, ovvero i contatti chimici per la connessione in serie di più celle, atte a formare un modulo fotovoltaico. È proprio l'unione di più moduli a formare l'impianto fotovoltaico.
Un sistema fotovoltaico è composto essenzialmente da:

  • pannelli fotovoltaici;
  • inverter (dispositivo necessario per convertire la corrente continua generata dai pannelli in corrente alternata);
  • quadri elettrici e cavi di collegamento.

Che cosa significa kWp?

Per kWp - chilowatt di picco – si intende la massima potenza che i moduli di un impianto possono raggiungere nell'assorbimento delle radiazioni solari, il che corrisponde alla condizione ottimale e a una situazione di massimo rendimento termico.

Quali sono i vantaggi della tecnologia fotovoltaica?

Vantaggi:

  • Indipendenza energetica dal gestore elettrico
  • Risparmio economico in bolletta
  • Risparmio di combustibili fossili
  • Assenza di qualsiasi tipo di emissione inquinante
  • Elevata affidabilità impiantistica, vista l'assenza di componenti mobili
  • Modularità del sistema
  • Fonte energetica vicina agli utilizzatori e conseguente riduzione delle perdite di trasmissione
  • Riduzione dei carichi energetici sulla linea elettrica
  • Produzione energetica nelle ore diurne, quando la richiesta è maggiore e l'energia è più costosa
  • Possibilità di accumulare l’energia in batterie per essere riutilizzata

L’impianto fotovoltaico richiede manutenzione?

No, l’impianto fotovoltaico è un sistema che non prevede alcuna manutenzione, tuttavia, come ogni elettrodomestico, potrebbe rendersi necessario l’aiuto di un tecnico se vengono riscontrati dei cali di performance.
Potrebbe capitare che, a causa di agenti atmosferici, i pannelli si sporchino. Tuttavia negli impianti fotovoltaici sui tetti inclinati la perdita di performance che si registra in questi casi è in media tra l’1% e il 3%, quasi nulla.

Quanto costa la manutenzione del mio impianto?

Il fotovoltaico è una tecnologia molto semplice costituita da pannelli solari e inverter in grado di produrre energia elettrica in maniera statica, senza parti mobili soggette ad usura; questo fa sì che i costi per la manutenzione ordinaria di un impianto fotovoltaico, indipendentemente dalla sua taglia e ubicazione, siano davvero molto bassi.
Normalmente si consiglia una pulizia annuale per mantenere alte le performance dell’impianto.

Se grandina o le temperature sono troppo elevate, c’è il rischio che il pannello si spacchi?

I pannelli fotovoltaici, prima della messa sul mercato vengono sottoposti a numerosi test, atti a valutarne le prestazioni di durevolezza e resistenza in situazioni estreme, tra i quali il test sulla resistenza alla grandine di grosse dimensioni. Il modulo fotovoltaico è in grado di resistere ad un carico statico di 5400 Pa.

Quanto è la vita stimata di un impianto fotovoltaico?

I produttori di Moduli danno una Garanzia (a seguito di test certificati) sulle "performance" dei prodotti: moduli di qualità sono garantiti per produrre al 25° anno di funzionamento, l'80-85% della produzione del 1° anno; questo significa che hanno una vita stimata di 40 anni abbondanti con una resa accettabile.

Gli Inverter sul mercato hanno normalmente una Garanzia 10 anni sui difetti di fabbrica del produttore. La vita stimata per prodotti di taglia "domestica" è assolutamente equivalente a quella dell’impianto fotovoltaico.

A cosa serve un sistema di accumulo?

Un sistema di accumulo per fotovoltaico serve a immagazzinare l'energia prodotta dai pannelli nei momenti in cui non viene utilizzata o quando viene prodotta in eccesso.

Gli accumulatori, detti anche sistemi di accumulo o sistemi di storage, sono delle vere e proprie batterie che permettono di ottimizzare produzione e consumi elettrici, utilizzando al meglio l'energia prodotta da un impianto fotovoltaico. Questo permette di utilizzare maggiormente l'energia autoprodotta invece che doverla prelevare dalla rete elettrica, aumentando così la percentuale di autoconsumo.

Il mio impianto riceve l’incentivo per il Conto Energia. È possibile installare un Sistema di Accumulo?

Ad eccezione del Primo Conto Energia, è possibile installare un sistema di accumulo su tutti gli impianti in Conto Energia senza pregiudicare i proventi derivanti dall'incentivo previsto.

[fa icon="plus-square"] CESSIONE DEL CREDITO E SCONTO IN FATTURA

Chi rilascia il visto di conformità?

Può essere rilasciato da:

  • gli iscritti negli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e dei periti commerciali e dei consulenti del lavoro;
  • i soggetti iscritti nei ruoli di periti ed esperti tenuti dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura per la sub-categoria tributi, in possesso di diploma di laurea in giurisprudenza o in economia e commercio o equipollenti o diploma di ragioneria;
  • dai centri assistenza fiscale (Caf).

Le banche sono obbligate ad accettare la cessione del credito? Se accettano la cessione, possono trattenersi una percentuale?

Non hanno alcun obbligo, ma facoltà di farlo alle condizioni che le stesse stabiliranno.

La cessione del credito è gratuita o viene remunerata?

Il credito fiscale sarà remunerato ai valori di mercato.

Se non faccio un intervento Master, ma degli slave, posso cedere il credito?

Si, è possibile; in alternativa alla detrazione prevista, optare per lo sconto sul corrispettivo dovuto o sulla cessione del credito.

La cessione del credito è retroattiva nei mesi passati del 2020; quindi chi non può usufruire del Superbonus, può comunque cedere il credito del 50%

Può cedere il credito, pari alla detrazione spettante in base all’intervento, per spese sostenute dal 01/01/20.

La cessione del credito avviene sulla spesa effettuata o sul limite fiscale di capacità del contribuente?

L’importo del credito è calcolato sulle spese sostenute; non sul capacità fiscale del contribuente.

In tutti i casi di cessione del credito serve preventivamente fornire un visto di conformità da parte del nostro cliente?

Il visto di conformità è nominato solo in riferimento agli interventi che ottengono la Super detrazione; è comunque da attendere le disposizione che emanerà l’Agenzia delle Entrate per maggiori chiarimenti.

Gli incapienti come possono avvalersi dell'agevolazione fiscale?

Gli incapienti, non avendo IRPEF, non possono detrarre le spese; possono optare per lo sconto in fattura oppure per la trasformazione dell’importo della detrazione in credito d’imposta, cedibile ad altri soggetti.

La cessione a banche o intermediari la può beneficiare la può fare solo il beneficiario o anche l'impresa che effettua i lavori?

La potrà fare anche l’azienda che effettua i lavori se questa è indicata come il primo cessionario del credito d’imposta.

Chi ha già l'impianto fotovoltaico installato e volesse acquistare un Sistema di Accumulo con incentivo 110% o con la cessione del credito non può accedervi?

Un sistema di accumulo su un impianto fotovoltaico datato non accede al 110%. E’ tuttavia possibile (se il fotovoltaico non è incentivato) detrarre il 50% e accedere al meccanismo dello sconto in fattura e cessione del credito

Cosa si intende con cessione del credito relativo all'installazione di una colonnina di ricarica elettrica?

Per le stazioni di ricarica è già prevista, se uso privato, la possibilità di detrazione 50% con limite di spesa 3.000€; il nuovo DL prevede la possibilità di cessione del credito e sconto anche per questo intervento

E' ripristinata la cessione del credito, per esempio 50%, solo FV o solo Accumulo, disgiunti e senza interventi MASTER?

sì, confermiamo che è ripristinata

Per normale cessione del credito, per esempio 50%, necessita dell'asseverazione del tecnico?

No, l’asseverazione ed il visto di conformità è previsto solo per interventi che godono della super detrazione

Con quale modalità dovrà essere comunicata all'Agenzia delle Entrate l'opzione sconto in fattura/cessione del credito?

La modalità non è ancora definita, è solo indicato che sarà telematica

Nella cessione del credito del super bonus, i privati come fanno a garantire il credito IRPEF per 5 anni?

Non serve nessuna garanzia del credito IRPEF; basta che il credito sia ceduto a terzi

Il professionista che emette il visto di conformità deve certificare che il committente ha sufficiente capienza IRPEF?

No, il visto deve validare i dati e la documentazione al fine della cessione del credito

Nell'ipotesi di cessione del credito, occorre tenere in considerazione la capienza reddituale del cliente?

No , la cessione o sconto in fattura può essere applicato comunque

Nel caso in cui si facesse solo un intervento (tipo fotovoltaico o serramenti) è previsto sconto in fattura o cessione del 50% (fotovoltaico) e 65% (serramenti)?

Lo sconto in fattura o cessione del credito sono alternative da concordare con il fornitore che effettua l'intervento; nella sostanza, a meno di chiarimenti dell'Agenzia, cambia poco tra i due sistemi

 Il cliente può cedere direttamente alla banca il credito o deve obbligatoriamente passare dal fornitore?

E' previsto che l'importo corrispondente alla detrazione possa essere tramutato in credito di imposta, cedibile a terzi, anche direttamente ad una banca che si offra per il servizio

[fa icon="plus-square"] CONDIZIONI PER LA SUPER DETRAZIONE

Se ho già in corso una ristrutturazione edilizia e effettuato bonifici per detrazione fiscale per gli interventi in corso (50% e 65%) ho diritto comunque al superbonus per gli interventi previsti dal decreto rilancio nei limiti della spesa dello stesso o questi vanno decurtati dalle detrazioni già acquistate?

La super detrazione è applicabile per i pagamenti effettuati dal 1° luglio 2020 e non per quelli già fatti. Se i pagamenti sono stati fatti nel 2020 è comunque accessibile l’istituto della cessione del credito

Quando un edificio con più piani si definisce condominio?

Una definizione “semplificata” potrebbe essere di un edificio che ha parti di proprietà individuale e parti comuni

Il miglioramento di due classi energetiche deve avvenire solo con gli interventi Master oppure, se decido di effettuare degli interventi Master+slave, si tiene conto di tutto per il raggiungimento delle due classi?

Nella determinazione della nuova classe energetica si può tener conto congiuntamente degli interventi master e slave

Se sostituisco le vecchie finestre e realizzo nel frattempo un nuovo impianto fotovoltaico posso usufruire della detrazione del 110%?

In questo caso no per il fatto che non realizzo nessun intervento master e non ottengo il doppio salto di classe.

Agenzia delle Entrate, con Circolare di Giugno 2019, sanciva che gli Impianti FTV in Conto Energia, non potevano usufruire della detrazione del 50% nel caso di installazione di sistema di accumulo. In virtù di questa nuova normativa, potranno goderne?

Un sistema di accumulo, per godere del superbonus del 110%, deve essere installato congiuntamente ad un impianto fotovoltaico e ad un intervento master.

Il proprietario di un impianto fotovoltaico realizzato nel 2020 già allacciato alla rete e pagato con bonifico per ristrutturazione edilizia può ottenere il 100% di detrazione fiscale se realizza un intervento Master (cappotto) nel corso dell'anno?

No, la detrazione si ha solo se la spesa è sostenuta dal 1° luglio 2020 e se l’impianto fotovoltaico è eseguito congiuntamente ad un intervento master

Gli interventi master e slave devono essere eseguiti dalla stessa impresa o si può collaborare anche con altre imprese (ad esempio imprese che rifanno il cappotto)

Questo non è previsto nel decreto, rimaniamo in attesa di maggiori chiarimenti

Il tecnico che emette l'A.P.E. e la successiva asseverazione deve essere necessariamente terzo o può farlo il fornitore stesso se è in grado di fornire il servizio?

Chi redige l’APE deve essere un soggetto terzo, ovvero non può avere conflitti di interesse con il proprietario, con il progettista o il direttore dei lavori e con i produttori dei materiali o dei componenti incorporati nell’edificio.

Esempio di edificio con tre unità abitative; può solo un'unità sostituire la propria caldaia ed installare un impianto fotovoltaico?

Se sostituisce la propria caldaia con impianto centralizzato, beneficia del super bonus del 110% (fermo restando miglioramento di 2 classi dell’efficienza energetica) altimenti no. Non è tuttavia chiaro se potrà usufruire della super detrazione per un impianto fotovoltaico di proprietà.

Nel caso di contratto di comodato uso gratuito tra padre e figlio, rientra nella Super detrazione?

L’agevolazione, oltre che al proprietario dell’immobile, spetta anche a chi lo detiene sulla base di un contratto di locazione o di comodato, a condizione che abbia il consenso all’esecuzione dei lavori da parte del proprietario e sostenga le spese.

È necessario che l’atto attestante la detenzione risulti regolarmente registrato al momento di avvio dei lavori o al momento del pagamento delle spese ammesse in detrazione, se precedente.

La circolare 13/E del 31 maggio 2019, ribadisce che non sarà possibile usufruire della detrazione se il contratto di comodato non era stato registrato nel momento in cui hanno avuto inizio i lavori di ristrutturazione, anche se si regolarizza successivamente la registrazione dell’atto.

Cosa si intende per abitazione principale?

Quando si parla di abitazione principale si fa riferimento alla casa presso la quale il soggetto ha stabilito la propria residenza.

In un progetto di un privato, di sostituzione di un impianto termico con una nuova caldaia a gas a condensazione, è finanziabile al 110% anche l’impianto fotovoltaico?

Se per “privato” si intende un edificio unifamiliare, si può ottenere la Super detrazione se si installa ad esempio una caldaia ibrida con pompa di calore, un fotovoltaico e si ottiene il salto di 2 classi energetiche

Cosa si intende per edifici unifamiliari?

Si intendono le case (ville) singole.

Gli interventi che possono beneficiare del Superbonus è solo per privati o anche per aziende?

Se proprietarie di appartamenti in condomini, sembrerebbe anche aziende possano ottenere la Super Detrazione (in attesa di chiarimenti)

Dove è chiarito che l'abitazione deve essere "principale"?

In base al comma 10 articolo 121, non si applica il Superbonus del 110% per edifici unifamiliari diversi dall’abitazione principale; fanno eccezione gli interventi antisismici, per cui la detrazione sale al 110% per tutte le abitazioni, essendo il comma 4 escluso dalle limitazioni del comma 10.

Se installo un fotovoltaico di 4 kW e un relativo accumulo posso ottenere il 110%?

No, se non abbino anche almeno un intervento “master”; senza di questo rimane valido il 50% di importo detraibile.

 

[fa icon="plus-square"] LIMITI DI SPESA E PAGAMENTI

È vero che beneficiando dell'ecobonus non si può fare richiesta di scambio sul posto?

È previsto dal Decreto che l’energia debba essere ceduta al GSE (si presume gratuitamente)

L'installazione isolata di impianti fotovoltaici con eventuale sistema di accumulo gode dell'agevolazione fiscale 50% delle spese sostenute, fino ad un ammontare massimo delle stesse pari a 96.000 €. Il limite specifico individuato dall'art. 119 (1.600 €/kW) è da considerare anche per i suddetti interventi?

Il Decreto non è molto chiaro nella casistica dei 1.600 €/kW; tuttavia, in attesa di specificazioni dagli enti competenti, riteniamo che tale limite sia valido solo nel caso si intenda usufruire della super detrazione del 110%

Se viene ampliato un fotovoltaico del 2019, lo scambio sul posto lo perdo sulla totalità dell’impianto o solo sulla parte fatta con super bonus?

Per questo bisogna attendere chiarimenti del Ministero o Agenzia

Per i sistemi di accumulo da aggiungere a impianti fotovoltaici esistenti, che detrazione posso applicare?

La detrazione per il solo accumulo rimane del 50% (a meno che l’impianto fotovoltaico non sia incentivato e quindi la detrazione non è applicabile)

Il limite di spesa per l'impianto fotovoltaico sui condomini si intende per unità immobiliare o per il consumo totale e quindi sul contatore di uso comune?

Purtroppo dal Decreto non si desume la risposta alla domanda. È verosimile che si intenda che il limite è per l’impianto condominiale

Viene specificato che tipo di certificazione devono avere i moduli FV e quale provenienza devono avere?

No, non è data, a meno di inserimenti nei provvedimenti attuativi, nessuna indicazione su certificazione o provenienza

Per persone che hanno già la casa in classe elevata e vogliono mettere un FV + accumulo + ricarica auto beneficiano solo della detrazione fiscale del 50% in 10 anni? Resta comunque la cessione credito . Corretto?

Certo

Si può ampliare un impianto fotovoltaico esistente e poi aggiungere un accumulo?

È possibile accedendo alla detrazione “normale” del 50%

L'accumulo, come intervento slave, è possibile installarlo anche in impianti FV esistenti godendo della super detrazione?

Dal testo del Decreto legge questo non sembra possibile perché si parla di “installazione contestuale o successiva”

Nel caso in cui il fotovoltaico faccia parte di interventi che portano la detrazione al 110%, non si ha diritto allo SSP?

No, questo viene escluso dalla legge; tuttavia non è ben chiaro come sarà regolata la “cessione in favore del GSE”

Il revamping di un impianto fotovoltaico esistente rientra tra gli interventi ammissibili?

No; si presume invece possa rientrare un intervento di potenziamento, ovviamente abbinando un intervento master e con le condizioni correlate

Nel Superbonus rientrano anche gli impianti ad isola?

Gli impianti ad isola o stand alone non rientrano nel Superbonus, essendo previsto dalla nuova norma il requisito della connessione alla rete; restano tuttavia incentivati con la detrazione del 50% prevista per la ristrutturazione edilizia.

Che cessione del credito posso avere per solo impianto fotovoltaico montato ad aprile 2020?

La cessione o sconto in fattura, se questa non è stata ancora emessa, sono praticabili se il pagamento è avvenuto nel 2020; le modalità saranno chiarite dall’emanazione dei provvedimenti dell’Agenzie delle Entrate

Se il cliente ha già un impianto FV, può farne un altro godendo della Super detrazione?

Si, beneficerà del Superbonus associando il fotovoltaico ad un Intervento Master

Considerando che gli impianti fotovoltaici incentivati con il 110% non possono beneficiare dello scambio sul posto e quindi devono essere in ritiro dedicato, aumenta per il cliente la convenienza dello storage?

Una delle condizioni previste per l’ottenimento del Superbonus è la cessione al GSE dell’energia non-autoconsumata; si presume, ma non è ancora ben chiarito, che non possa essere valorizzata. L’abbinamento di un sistema di accumulo può sicuramente essere interessante (anche perchè lo stesso può godere della Super detrazione)

Se il contribuente installa solo fotovoltaico senza sostituzione pompa di calore ha diritto al 50% o al 110%?

50%, salvo che l’intervento fotovoltaico non sia eseguito congiuntamente ad uno degli altri Interventi Master

Per soli impianti FTV vale sempre il 50% di detrazione con possibilità di cessione del credito?

Si, esattamente

Se ho già un FV da tot anni posso aggiungere solo le batterie insieme ad un intervento master?

Riteniamo, con riserva di successivi chiarimenti, che l’installazione di un sistema di accumulo può godere della Super detrazione solo se, oltre ad un intervento master, anche il fotovoltaico gode o ha goduto di Super detrazione

I 1.000 euro al kWh per gli accumulatori devono rientrare sempre nel limite dei 48.000 euro?

Per la Super detrazione Si; per la detrazione 50% c’è invece il limite dei 96.000 euro per unità immobiliare

[fa icon="plus-square"] TIPOLOGIA DI INTERVENTI

Le caldaie a condensazione rientrano tra gli interventi MASTER?

Si ma solo su interventi in impianti centralizzati condominiali (con efficienza pari alla classe A)

Cosa si intende esattamente per interventi congiunti ? Possono essere eseguiti da due ditte distinte?

Non essendo specificato, si può presumere che siano all’interno della stessa pratica abilitativa; non è invece chiaro se possono essere fatturati da ditte distinte

L'intervento con sostituzione dei serramenti + fotovoltaico rientra al 110%

No, non essendo realizzato un intervento master

L'intervento sull'impianto termico può essere relativo anche alla sostituzione di vecchie pompe di calore? Ad esempio quelle con R407

Presumibilmente la risposta è positiva, non essendoci indicazioni nel Decreto della tipologia di generatori di calore esistenti

Gli interventi "master" di isolamento termico, cappotto, devono seguire anche i CAM; è corretto?

Si, i materiali utilizzati isolanti utilizzati devono rispettare i Criteri Minimi Ambientali, previsti dal Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Anche la sostituzione di caldaie a gasolio con pompe di calore è incentivata?

Sì, con Superbonus fermo restando il miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio.

Gli infissi rientrano nella super Detrazione?

Si, come tutti gli altri interventi di efficientamento energetico di cui all’art. 14 DL 63/2013, purchè eseguiti congiuntamente ad uno degli Interventi Master (sismabonus escluso).

È possibile applicare il Superbonus per sostituzione di una caldaia con una a condensazione in un condominio con unità immobiliari indipendenti nel riscaldamento?

Si, solo se il nuovo impianto installato è centralizzato.

dfg

 

VUOI AVERE IL TUO SISTEMA SOLARE CON IL NUOVO ECOBONUS?

Lasciaci i tuoi riferimenti per essere contattato