<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=292341394498469&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Ristrutturare casa, costi e consumi li tagli così

[fa icon="calendar"] 05/12/17 12.15 / da Serena Tarricone - Ufficio tecnico

Ristrutturare casa, costi e consumi li tagli così

Spesso chi decide di ristrutturare casa lo fa per abbassare i costi di gestione, e non ricevere più bollette salate. Per ridurre i consumi, però, non basta rifare il tetto o cambiare la caldaia: bisogna intervenire con oculatezza, approfittando anche delle agevolazioni fiscali per abbassare l’investimento.

Ristrutturare casa: costi e come abbassarli 

Chi ha già ristrutturato un edificio o ha intenzione di farlo a breve sa bene quanto lavoro (e quante spese) questo comporti. Il prezzo di una ristrutturazione si aggira sugli 800-1.000 euro al metro quadro. Ma forse non tutti sanno che, per coprire parte dei costi legati agli interventi di ordinaria manutenzione, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, è possibile usufruire della detrazione fiscale del 50%. 

In questo modo metà della somma spesa, con un limite massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare, ti viene rimborsata tramite IRPEF in 10 rate annuali di pari importo, per i 10 anni successivi all’ultimazione dei lavori. 

Nel “Bonus Ristrutturazioni” rientrano, tra gli altri, la sostituzione degli infissi, la realizzazione del cappotto termico e anche l’installazione del fotovoltaico. 

Oggi acquistare e posare i pannelli fotovoltaici è decisamente conveniente, perché metà dell’investimento te lo paga lo Stato. 

Inoltre su tutti i componenti dell’impianto c’è l’IVA agevolata: ciò significa che, invece del tradizionale 22%, dovrai aggiungere all’imponibile il 10%. E questo vale sia per l’acquisto di Sistemi Solari completi e singoli componenti come l’inverter o le batterie per accumulo energia  sia per i lavori di posa e gli interventi di manutenzione sull’impianto fotovoltaico. 

Per usufruire della detrazione e dell’IVA agevolata, però, c’è tempo solo fino al 31 dicembre 2017. Anche se sembra probabile una riconferma nel 2018, forse con una percentuale ridotta, meglio non rischiare. 

Sarebbe un peccato perdere questa opportunità: seppur di poco, anche l’IVA impianto fotovoltaico incide sul prezzo finale, come abbiamo visto in questo esempio.

 

Per gli interventi sugli impianti la detrazione aumenta 

Se nei lavori di ristrutturazione hai previsto alcune migliorie agli impianti di climatizzazione, come la sostituzione della vecchia caldaia con un generatore più efficiente, a condensazione o a biomassa, abbiamo buone notizie per te: in questo caso la detrazione sale al 65%. 

Lo stesso vale anche se decidi di installare una pompa di calore per usufruire, nei mesi più rigidi, di un’integrazione al sistema di riscaldamento. Grazie all’alto coefficiente energetico questo apparecchio ti assicura un risparmio in bolletta che arriva fino al 50%, rispetto alla sola caldaia. E che può salire al 70% se scegli un sistema ibrido. 

Collegando la pompa di calore con il fotovoltaico puoi sfruttare l’energia autoprodotta per far funzionare l’apparecchio, azzerando completamente i costi di gestione. Ciò significa aria condizionata gratis in estate e minori spese per il riscaldamento in inverno. 

Per saperne di più dai un’occhiata anche a questo articolo, dove abbiamo raccolto tutto quello che c’è da sapere sulle detrazioni per ristrutturazioni casa.

 

Come trasformare la tua casa in un edificio a basso consumo 

Non commettere l’errore di calcolare la convenienza di un intervento di ristrutturazione basandoti solo su quanto riesci a risparmiare sui costi. Non sempre un preventivo basso è sinonimo di qualità, soprattutto quando si parla di operazioni abbastanza impegnative dal punto di vista economico, come il rifacimento tetti o l’installazione di Sistemi Solari. 

Nei preventivi fotovoltaico online ad esempio, spesso vengono omesse voci fondamentali come la manutenzione dell’impianto, e sei tu poi a pagarne le conseguenze. 

Il vero Risparmio sta nel livello di Efficienza Energetica che riesci a raggiungere. 

Optare per uno storage di accumulo da collegare ai pannelli può farti raggiungere la completa indipendenza energetica, per quanto riguarda i consumi elettrici. E il riscaldamento con l’impianto fotovoltaico ti permette di tagliare anche la bolletta del gas, oltre a quella della luce. 

Ristrutturare casa in maniera efficiente vuol dire aumentare il valore dell’immobile ma anche (e soprattutto) raggiungere la massima autonomia energetica.

L’importante è farlo nel modo giusto. Scopri come nella Guida sulla Ristrutturazione Casa che trovi qui sotto. Clicca sul link e ricevi la tua copia PDF gratuita, da consultare su qualsiasi dispositivo.

guida ristrutturazione

Categoria: Ristrutturare casa

Serena Tarricone - Ufficio tecnico

Scritto da Serena Tarricone - Ufficio tecnico

Laureata in Ingegneria Edile, si occupa di progettare la migliore soluzione solare in termini di efficenza e produttività. Soluzioni “su misura” pensate per soddisfare le esigenze del cliente, senza tralasciare l’aspetto estetico ed architettonico in relazione al contesto ambientale e al fabbricato.