Dimensionamento impianto fotovoltaico: qual è la taglia giusta?

[fa icon="calendar"] 09/03/18 12.21 / da Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Dimensionamento impianto fotovoltaico: qual è la taglia giusta?

Con un impianto fotovoltaico puoi produrre energia elettrica per far funzionare luci ed elettrodomestici. Il numero di pannelli che installi definisce la potenza del tuo impianto, ma qual è il dimensionamento ottimale? Quello che ti permette di aumentare la quota di autoconsumo e risparmiare davvero sulla bolletta elettrica. Qui ti spieghiamo come calcolarlo.

I vantaggi legati all’installazione del fotovoltaico sono numerosi e ben conosciuti da tutti.
 

  • Sfrutti una fonte rinnovabile, gratuita e sempre disponibile: il sole
  • Produci autonomamente l’energia che ti serve, quando ti serve (autoconsumo diretto)
  • Accumuli l’elettricità per averla a disposizione in un secondo momento (autoconsumo differito)
  • Risparmi sulla bolletta, perché limiti la necessità di acquistare energia dalla rete

 

Per raggiungere l’indipendenza energetica, però, non basta posare i moduli e collegarli al contatore.

 

Per assicurarti il massimo rendimento fotovoltaico e far sì che l’investimento risulti davvero conveniente è necessario progettare tutto con molta attenzione.

 

Progettazione impianto fotovoltaico: caratteristiche e dimensionamento

 

Ogni abitazione, così come ogni famiglia, è diversa. Ecco quali aspetti analizzare per determinare la capacità del tuo tetto di produrre energia elettrica:

 

  • Latitudine: in base alla zona geografica in cui vivi, cambia l’inclinazione dei raggi solari e, di conseguenza, anche la quantità di energia prodotta. A parità di moduli installati, al Nord Italia l’impianto produce di meno rispetto alle regioni del Sud.

  • Superficie: la potenza complessiva dell’impianto è data dal numero di pannelli fotovoltaici installati. Per calcolare quanti moduli puoi posare devi considerare lo spazio utile che hai a disposizione, tenendo conto di eventuali ostacoli (antenne, comignoli) e ombreggiamenti che potrebbero oscurare le celle e ridurre la produttività dell’impianto.

  • Orientamento: per catturare la maggior quantità possibile di radiazione solare, il tetto dovrebbe essere orientato a sud (o anche sud-est/sud-ovest). Gran parte delle abitazioni, però, ha il tetto rivolto a nord: ecco perché è importante, in fase di progettazione, analizzare questo aspetto e, nel caso, optare per particolari moduli capaci di assicurare una resa elevata anche in condizioni di irraggiamento non ottimale.

  • Inclinazione: il tetto ideale dovrebbe essere inclinato di 20-30°, per facilitare il lavoro dei pannelli. Nel caso di tetto piano, i tecnici incaricati dello studio dimensionamento impianto fotovoltaico inseriranno nel progetto l’installazione di supporti e zavorre per aumentare l’inclinazione dei moduli.

  • Tipologia di tetto e di copertura: Il tuo tetto ha una, due o quattro falde? Il manto di copertura è realizzato con coppi, scandole o lamiera? Sono tutti fattori da tenere in considerazione quando si progetta un impianto fotovoltaico.

 

Dimmi quanto consumi e ti dirò che taglia installare

 

Per dimensionare al meglio un impianto fotovoltaico devi conoscere anche il tuo fabbisogno energetico. Questo dato, espresso in kWh, permette di calcolare quanta energia elettrica ti serve per soddisfare le esigenze energetiche di tutta famiglia. È quindi fondamentale per individuare la taglia giusta dell’impianto fotovoltaico da installare.

 

Come si calcola il fabbisogno energetico?

 

Si parte da un dato reale, cioè il consumo annuo di elettricità, che trovi indicato anche sulla bolletta. La quantità di kWh che hai consumato negli ultimi 12 mesi probabilmente rimarrà la stessa anche negli anni futuri.

 

Per essere sicuro di installare un impianto con una potenza adeguata alle tue necessità, prima rispondi a queste domande:

 
  • Hai intenzione di acquistare a breve nuovi elettrodomestici?
  • Credi che il numero di componenti della tua famiglia varierà in futuro?
  • Stai valutando la possibilità di comperare un’auto elettrica, da ricaricare a casa?
 

Considerazioni di questo tipo, fatte già in fase di progettazione, ti permettono di evitare spese future che andrebbero a vanificare l’investimento.

 

Ovviamente questo non significa sovradimensionare l’impianto. Sebbene il prezzo dei pannelli fotovoltaici oggi sia più basso rispetto a dieci anni fa, installare troppi moduli può rivelarsi una spesa inutile e difficile da sostenere. Idem nel caso opposto: troppo pochi pannelli non saranno sufficienti a produrre una quantità di energia adeguata ai consumi della tua casa.

 

Per ottimizzare i consumi, potrebbe essere più conveniente integrare nell’impianto un sistema di batterie per l’accumulo, così da sfruttare al 100% il lavoro dei moduli e immagazzinare l’energia autoprodotta e non utilizzata durante il giorno, per far funzionare luci ed elettrodomestici la sera o di notte.

 

Dimensionamento impianto fotovoltaico stand alone

 

Un altro aspetto da considerare, quando si calcola il dimensionamento impianto fotovoltaico, è la possibilità o meno di collegare l’inverter alla Rete Pubblica.

 

Nel caso di impianti fotovoltaici grid connected (cioè connessi alla rete) è possibile immettere in rete il surplus di energia che non viene utilizzato per i carichi domestici né immagazzinato nelle batterie. Questo meccanismo, conosciuto come “scambio sul posto”, fino a qualche anno fa era considerato davvero conveniente.

 

Oggi è ancora così? Scoprilo in questo articolo sullo scambio sul posto.

 

 

Se, invece, devi installare un impianto fotovoltaico senza collegamento alla rete (stand alone), ad esempio sul tetto della tua casa in montagna, è necessario prestare particolare attenzione al dimensionamento in fase di progettazione. L’abitazione deve poter disporre di energia anche quando il sole non c’è, quindi è indispensabile provvedere all’integrazione di batterie per l’accumulo.

 

Scopri quali sono le tecnologie top attualmente disponibili sul mercato, in quanto a sistemi di accumulo energia.

 

Ora che hai capito quali sono i parametri che influenzano il dimensionamento di un impianto fotovoltaico, puoi procedere con la valutazione dell’efficienza dei moduli. Per aiutarti a scegliere i pannelli più performanti e soprattutto più adatti alle tue esigenze abbiamo scritto una Guida. Clicca qui sotto e scarica subito la tua copia gratuita in PDF.

 scopri tutto su come scegliere i migliori pannelli fotovoltaici

Categoria: Pannelli Fotovoltaici

Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Scritto da Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Ingegnere e progettista di impianti elettrici e fotovoltaici civili ed industriali. A capo dell’ufficio tecnico, assieme al suo staff, è attento all’evoluzione delle fonti rinnovabili e al rispetto per l’ambiente e progetta nuove soluzioni di impianti adatti ad ogni persona e ogni edificio.