Produrre energia elettrica in casa: l’autoconsumo

[fa icon="calendar"] 08/11/16 12.45 / da Lorenzo Barbuti – Responsabile marketing

Produrre energia elettrica in casa: l’autoconsumo

Gli energy citizens sono quei cittadini (individui, famiglie, imprese o enti pubblici) che producono energia autonomamente per soddisfare il proprio fabbisogno, utilizzando fonti alternative e rinnovabili. Con il fotovoltaico, anche tu puoi diventare un energy citizen, producendo energia elettrica in casa,sfruttando l’autoconsumo e risparmiando fino al 90% sulla bolletta della luce.

Per poter assicurare al pianeta un futuro 100% rinnovabile, in cui ciascun individuo, famiglia e impresa può contribuire alla produzione di energia, basta poco.

Installando ad esempio un impianto fotovoltaico sul tetto della tua abitazione, puoi produrre energia elettrica autonomamente e, sfruttando l’autoconsumo (istantaneo o differito), puoi ridurre notevolmente la spesa mensile della bolletta.

Addirittura il 50% della popolazione europea, vale a dire circa 264 milioni di persone, potrebbe soddisfare – entro il 2050 – il 45% del fabbisogno energetico comunitario, producendo autonomamente elettricità con fonti rinnovabili.

È quanto emerge dal report scientifico “The Potential for Energy Citizens in the European Union”, redatto dall’Istituto di Ricerca Ambientale CE di Delft per conto di Greenpeace, Federazione Europea per le Energie Rinnovabili (Eref), Friends of the Earth Europe e ReScoop.eu.

 

Autoproduzione di energia elettrica con il fotovoltaico

Sfruttare una fonte rinnovabile e sempre disponibile come il sole per produrre autonomamente energia elettrica è vantaggioso per te e per l’ambiente. E nel nostro Paese sempre più famiglie sembrano essersene rese conto. Lo dimostrano i dati resi pubblici dall’Agenzia Internazionale dell’Energia, che mettono l’Italia al primo posto per quanto riguarda l’utilizzo del fotovoltaico, con un 8% di consumi energetici coperti dall’utilizzo dell’energia solare.

Grazie al cosiddetto “effetto fotovoltaico”, i pannelli in silicio catturano l’energia solare e la trasformano in corrente continua. È poi compito dell’inverter, componente fondamentale dell’impianto, convertire tale energia in corrente alternata, che può così essere immessa nella rete domestica per l’utilizzo.

Tu risparmi sulla bolletta, e l’ambiente ti ringrazia. Con il fotovoltaico, infatti, riduci le emissioni di CO2 e non inquini, perché alimenti il tuo impianto con una fonte di energia pulita, a bassissimo impatto ambientale.

 

Produrre energia elettrica in casa: l’autoconsumo

 

Indipendenza energetica con l’autoconsumo

Un impianto fotovoltaico correttamente dimensionato sulle esigenze della tua famiglia ti permette di sopperire ai carichi domestici e di disporre di energia elettrica per l’autoconsumo immediato durante le ore del giorno.

Per rendere la tua scelta ancora più conveniente è possibile collegare all’impianto un sistema di batterie di accumulo in grado di immagazzinare l’eventuale surplus di energia. Tutta la corrente prodotta durante le ore di irraggiamento, che però non viene utilizzata subito, può essere conservata per sopperire alle richieste dell’impianto elettrico domestico durante le ore serali e notturne. In questo modo non hai nessuno spreco e puoi sfruttare il tuo impianto al 100%, invece di reimmettere l’energia nella rete pubblica con lo scambio sul posto, per doverla poi riacquistare al bisogno a un prezzo maggiore di quello a cui l’hai venduta.

L’autoconsumo ti permette di raggiungere un ottimo grado di indipendenza energetica, svincolandoti dal fornitore della corrente elettrica e dai continui aumenti del prezzo dell’energia, facendoti così risparmiare fino al 90% sulla bolletta.

Incentivi per la produzione di energia elettrica in casa 

Lo Stato italiano sostiene le famiglie che decidono di investire nelle energie rinnovabili, per produrre autonomamente energia elettrica. Chi acquista e installa un impianto a pannello fotovoltaici, può infatti beneficiare di una detrazione fiscale del 50% sulla spesa sostenuta. In questo modo, puoi recuperare metà dei costi nei 10 anni successivi con l’IRPEF, ammortizzando più velocemente il tuo investimento. Le agevolazioni, però, scadono al 31 dicembre 2017 quindi è il caso di affrettarsi. Dal 1 gennaio 2017 potrebbe non essere più possibile sfruttare gli incentivi statali per l’installazione di un impianto fotovoltaico: non è ancora stato confermato, infatti, se verranno replicati anche il prossimo anno ed eventualmente in che percentuale. È questo, quindi, il momento più opportuno per approfittarne.

Per saperne di più sulle opportunità di risparmio energetico grazie all'impianto fotovoltaico, ma non solo, clicca qui sotto e scarica la tua copia in formato Pdf per Computer, Smartphone e Tablet.

Scarica Guida al Risparmio

 

Categoria: Energia dal sole

Lorenzo Barbuti – Responsabile marketing

Scritto da Lorenzo Barbuti – Responsabile marketing

I progetti non possono nascere da un’ispirazione irrazionale, ma sono il frutto dell’unione di creatività, esperienza, logica e passione. Progetto, passione, creatività sono sicuramente le parole che meglio rappresentano il profilo di Francesca, responsabile marketing della azienda. Nel marketing, la creatività unita alla capacità di raccontare un sogno, una idea attraverso un progetto sono strumenti necessari per innescare nuovi spunti e affrontare il cambiamento che il mercato ci impone ed è proprio questo è quello che cerchiamo di fare in Wölmann giorno dopo giorno.