Fotovoltaico+Agricoltura: le 2 produzioni possono coesistere?

[fa icon="calendar"] 12/01/20 11.00 / da Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Fotovoltaico+Agricoltura: le 2 produzioni possono coesistere?

Fotovoltaico e agricoltura sono 2 mondi per forza di cose incompatibili? Se fino a qualche tempo fa era diffusa la convinzione che il fotovoltaico fosse incompatibile con le attività agricole, oggi non è più così. Esperienze virtuose, studi e sperimentazioni confermano da tempo che le due scelte possono convivere in modo ottimale, a vantaggio di tutti. Ambiente e biodiversità compresi.

 

Ormai non si tratta più solo di idee o progetti astratti. Gli esempi di aziende che sfruttano l’energia solare in maniera vantaggiosa per le proprie attività agricole ci sono, negli Stati Uniti, in Cina e in Giappone, ma anche in Europa e in Italia. Esperienze che rappresentano tappe di un percorso virtuoso, in linea con gli obiettivi di sostenibilità che gli stati si stanno ponendo.

Indietro non si torna più e i dati lo dimostrano. Il fotovoltaico è in costante crescita nel mondo e la tendenza è quella di un aumento continuo della potenza installata. Le tecnologie sempre più avanzate, gli incentivi e la sempre maggiore consapevolezza sull’importante valore delle fonti rinnovabili, stanno quindi portando a risultati incoraggianti.

Secondo il Report 2018 di REN21 – il network della politica globale per le energie rinnovabili per il 21° secolo – l’Italia si piazza al quinto posto a livello mondiale per potenza installata e in quarta posizione per la capacità fotovoltaica pro capite. Insomma, dopo Cina, Stati Uniti, Giappone e Germania, ci siamo noi.

 

Solare e agricoltura: più che possibile

Ricerca e innovazione fanno la loro parte. Si sperimentano soluzioni che garantiscono altissime prestazioni sul fronte dell’efficienza energetica e del risparmio, oltre che naturalmente della ecosostenibilità.

L’idea che fotovoltaico e produzioni agricole non possano andare d’accordo, è smentita da tante positive esperienze in tutto il mondo. I pannelli a terra sottraggono spazio alle coltivazioni e ai pascoli? Siamo costretti a scegliere tra cibo ed energia? No, se si adottano e si ottimizzano soluzioni che hanno già dimostrato di essere applicabili. Anche nel nostro Paese.

Parliamo ad esempio del sistema a pannelli solari sopraelevati, con il cosiddetto agro-fotovoltaico. I moduli fotovoltaici sono montati su strutture elevate, ad una altezza tale – circa 5 metri - da consentire il normale svolgimento delle attività agricole. Possono inoltre ruotare e disporsi perpendicolari al terreno.

I ricercatori del Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems stanno studiando la convivenza delle due realtà in un terreno sul Lago di Costanza e i risultati sono più che positivi. Grano invernale, patate e sedano hanno fatto registrare un aumento del raccolto, grazie anche al minor irraggiamento solare e quindi alla maggior capacità delle colture di sopportare caldo e siccità.

Risultati molto buoni anche in India, dove l’Istituto tedesco sta testando il sistema. Qui la resa di pomodori e cotone si attesta al +40%, proprio grazie al maggior ombreggiamento e alla minore evaporazione.

E questi sono solo alcuni dei tanti esempi di impianti agro-fotovoltaici, diffusi in diversi paesi del mondo.

 

Progetti virtuosi di agro-fotovoltaico in Italia. Ci siamo, ma si può fare di più

Anche in Italia si stanno svolgendo progetti di ricerca e sperimentazioni. Uno tra tutti quello condotto dall’Università Cattolica di Piacenza. Proprio a Piacenza e a Mantova esistono esperienze ormai consolidate, che dimostrano la fattibilità e la validità del sistema.

Certo, siamo ancora agli inizi, ma è necessario andare avanti con sempre maggiore determinazione su questa strada, anche attraverso incentivi e sostegno alla ricerca su fotovoltaico e settore agrario.

L’obiettivo è quello di sfruttare al meglio le tecnologie a disposizione, per ottimizzare la produttività di aree non utilizzate e far convivere in maniera efficace e competitiva agricoltura e produzione di energia pulita.

A vantaggio di tutti noi, dell’ambiente e delle generazioni future.

 

Non hai ancora valutato la possibilità di installare un sistema fotovoltaico? Bene, è giunto il momento di pensarci. Il solare oggi è facile e il sistema solare Wölmann lo è ancora di più, anche grazie alla collaborazione con IKEA.

Scopri grazie al nostro configuratore la soluzione più adatta alla tua abitazione per garantirti risparmio ed efficienza.

configura il tuo impianto fotovoltaico e scopri i prezzi

Categoria: News & Curiosità

Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Scritto da Luca Corbetta - Responsabile ufficio tecnico

Ingegnere e progettista di impianti elettrici e fotovoltaici civili ed industriali. Responsabile tecnico, assieme al suo staff, è attento all’evoluzione delle fonti rinnovabili e al rispetto per l’ambiente e progetta nuove soluzioni di impianti adatti ad ogni persona e ogni edificio.