Detrazioni per Risparmio Energetico: novità e conferme per il 2020

[fa icon="calendar"] 15/01/20 12.00 / da Gerry Di Piano – Responsabile Commerciale

Detrazioni per Risparmio Energetico: novità e conferme per il 2020

Da alcuni anni il tema del risparmio energetico sta molto a cuore alle famiglie italiane. Tanti cercano soluzioni sostenibili ed ecologiche che permettano non solo di risparmiare, ma anche di fare del bene all'ambiente. A favorire la diffusione di impianti e sistemi alimentati con fonti rinnovabili hanno contribuito anche le detrazioni per risparmio energetico promosse dallo Stato. La bella notizia è che per tutto il 2020 sarà ancora possibile rientrare più velocemente dagli investimenti grazie a queste agevolazioni. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Detrazioni 50% o 65% per risparmio energetico

Rientrano nella casistica del "risparmio energetico" tutti gli interventi che permettono di aumentare il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. Per tali lavori è possibile detrarre una parte delle spese sostenute dall’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) o dall’imposta sul reddito delle società (IRES), pari al 50% o al 65%.

Come si legge sul sito dell'Agenzia delle Entrate:

L’agevolazione è rivolta a tutti i contribuenti, residenti e non residenti, che possiedono l’immobile oggetto di intervento. Oltre ai proprietari, tra gli altri possono fruire dell’agevolazione i titolari di un diritto reale sull’immobile; i condòmini (per gli interventi sulle parti comuni condominiali); gli inquilini; i comodatari. Inoltre, la detrazione può essere fruita dal familiare convivente con il possessore o il detentore dell’immobile oggetto dell’intervento (coniuge, componente dell’unione civile, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado) e dal convivente more uxorio.

La detrazione per risparmio energetico permette quindi di beneficiare di un'importante aiuto fiscale da parte dello Stato, che ti restituisce la metà (o più) di quello che hai speso in 10 rate annuali. 

Agevolazioni fiscali anche per chi installa pannelli fotovoltaici e batterie

Il fotovoltaico, in quanto intervento che permette la produzione autonoma di elettricità, favorendo quindi un consistente risparmio energetico, rientra a pieno titolo tra gli interventi per il risparmio energetico.

Per poterlo installare usufruendo della detrazione fiscale 50%, e pagarlo quindi la metà, è necessario seguire le indicazioni dell'Agenzia delle Entrate per quanto riguarda le ristrutturazioni edilizie (Bonus Ristrutturazioni). L'agevolazione è stata appena riconfermata per altri 12 mesi, quindi fino al 31 dicembre 2020 puoi beneficiare di questo importante incentivo per dimezzare la spesa per l'installazione dei pannelli e delle batterie di accumulo.

Se poi sei intenzionato a rendere la tua casa ancora più autosufficiente dal punto di vista energetico, puoi sempre collegare all'impianto fotovoltaico una pompa di calore. In questo modo sfrutti l'energia prodotta a costo zero per alimentare l'apparecchio, beneficiando di un caldo tepore in casa (o di aria condizionata) gratis.

Inoltre anche le pompe di calore rientrano tra gli interventi a risparmio energetico e beneficiano per tutto il 2020 di un'agevolazione del 65% (Ecobonus) se installate in sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale esistente.

Il riscaldamento con fotovoltaico è possibile, e anche molto conveniente. Leggi qui.

Vuoi sapere quanto può costare installare il fotovoltaico e le batterie di accumulo a casa tua? Prova il nostro configuratore online. 

New call-to-action

 

Categoria: Detrazioni e Normative

Gerry Di Piano – Responsabile Commerciale

Scritto da Gerry Di Piano – Responsabile Commerciale

L’evoluzione e lo sviluppo dell’azienda passano attraverso la trasformazione di un’idea in un’opportunità reale e concreta. Questo processo è il suo campo d’azione. Disponibilità e versatilità sono le caratteristiche principali per affrontare ogni nuovo progetto, ogni nuova sfida.